top of page
PHOTO-2023-10-25-09-24-36_edited.jpg

SOCIETÀ

LA STORIA DEL REAL BUBI MERANO

ll Real Merano C5 nasce da una serata trascorsa assieme tra amici ed ex compagni di squadra, il 27 giugno 2019. Inizia quindi l’avventura del RMC5 nel campionato di serie C2 provinciale del comitato LND provincia di Bolzano.

La squadra allestita si dimostra subito ben preparata e con fame di vittorie che la porta, a tre partite dalla fine con 6 punti di scarto sulla seconda (campionato poi interrotto per la pandemia COVID-19), coppa disciplina conquistata con sole 8 ammonizioni 0 squalifiche 0 espulsioni subite durante l’anno e coppa provincia classificati al terzo posto.

L’anno successivo si richiede l’iscrizione in serie C1 regionale e sia approda così al Campionato Regionale della Lega Dilettanti Alto Adige.

Dopo sole 5 partite e con il terzo posto in classifica a tre punti dalla capolista, con due partite in meno, il campionato viene annullato e bloccato causa pandemia COVID-19.

Il Gruppo Amici BUBI viene fondato nel 1982 da un gruppo di sportivi appassionati di calcio a 5 dei quali fa parte anche Renzo Rossi, ex giocatore di serie A tra le fila di Inter, Lazio e Catanzaro.

Dal 1983 al 1999 partecipa al campionato regionale di calcio a 5, vincendolo per ben 8 volte e piazzandosi al secondo posto per altre 4 volte.

Nel 1984, dopo aver vinto il campionato regionale prende parte alle finali nazionali di serie A a Roma conquistando il terzo posto.

Nel 1985 arriva al quinto posto alle finali nazionali a Palermo. Partecipa anche alle finali di Coppa Italia a Cagliari piazzandosi ancora quinto.

Nel 1986 partecipa alla fase finale di Coppa Italia a Chianciano Terme.

 

Nel 1988 la società organizza la fase finale del campionato di serie A di calcio a 5 a Merano, dove viene elogiata dalla Federazione e dalle squadre partecipanti per la splendida organizzazione.

Nella stagione 1999/2000 partecipa per la prima volta al campionato nazionale di serie B piazzandosi al quarto posto, rimanendo nella serie cadetta fino alla stagione 2002/2003.

Dopo una stagione nella serie C regionale il Bubi torna in serie B, ma chiude il campionato con una nuova retrocessione dopo uno spareggio playout contro Isolotto Firenze.

Il 2005/2006 vede il BUBI conquistare il terzo posto in Serie C, formando però anche una formazione Under 18 iscritta al Campionato Provinciale di Serie D.

Sulla base di questa esperienza, nella stagione 2006/2007 il BUBI iscrive per la prima volta una formazione al Campionato Nazionale Under 21, mentre la prima squadra partecipa vince il Campionato Regionale di Serie C.

Nel 2007/2008 il BUBI affronta quindi per la sesta volta nella sua storia il Campionato Nazionale di serie B che si chiude però con un 13mo posto e con la relativa retrocessione, e partecipa per il secondo anno al Campionato Nazionale Under 21 nel quale raggiunge i playoff nazionali.
Seguono tre stagioni nel campionato di serie C, durante i quali crescono i giovani meranesi fino ad ottenere nel 2010/11 la promozione in serie B. Nella stessa stagione la vittoria della Coppa Italia Regionale consente ai giallorossi di proseguire il percorso nazionale fino alla semifinale per la coccarda tricolore, in cui viene eliminata da Jesi per una sola rete di differenza (1-3 all’andata nelle Marche e 2-1 al ritorno a Merano). Ciliegina sulla torta della stagione la vittoria del girone Under 21 e la scalata della stessa formazione fino agli ottavi di finale dei playoff scudetto dai quali esce anche qui per un solo gol di differenza contro Venezia.
Dalla stagione 2011/12 inizia una presenza costante in serie B fino alla storica promozione in A2 nel ritorno della finale playoff a Cagliari del 21 maggio 2016 contro la Leonardo, dopo aver eliminato ai quarti di finale il Loreto Aprutino ed in semifinale il Faventia.

Seguono tre annate in A2 con la salvezza allo spareggio nel primo anno contro la Capitolina Roma (6-2 a Merano e 4-4 nella capitale), un sesto posto nella stagione 2017/18 (miglior piazzamento assoluto per una compagine regionale) e la retrocessione ai playout contro la Leonardo Cagliari.

Le ultime due stagioni sono caratterizzate in modo negativo dal Covid-19: nel 2019/20 il campionato di Serie B si interrompe a 5 giornate dal termine con il Bubi al secondo posto staccato di un punto dalla capolista, ed in seguito ripescato in serie A2.

La stagione 2020/21 si ferma ad inizio aprile con 10 gare da recuperare, a causa dei continui blocchi delle attività dovuti alle varie ordinanze provinciali.


Nota a margine ma di grande rilievo: dal 2004 al 2019 ben 11 ragazzi del BUBI sono stati convocati per raduni e gare ufficiali della Nazionale Italiana Under 19 o Under 21, un grande orgoglio per la città.


Nell’estate 2021 si arriva quindi alla nuova era REAL BUBI MERANO, per nuovi obiettivi e con nuovi stimoli.

DEBUTTO:


Stagione 2021/22: Il Real Bubi Merano debutta ufficialmente in campionato sia con la prima squadra, nel campionato di serie C1 Regionale e con l’Under 19 che parte direttamente sul palcoscenico nazionale di categoria.
Stagione che vede protagonista la prima squadra fin da subito, finalizzando la stagione con un ottimo secondo posto in campionato e il secondo posto in coppa Italia di categoria.
Anche i ragazzi dell’Under, pur faticando al primo anno nel campionato nazionale, chiudono con un meritevole 9° posto in classifica, levandosi però molte soddisfazioni sportive.


Stagione 2022/23: Dopo un estate di riflessioni e di cambiamenti si riparte con obiettivi e
consapevolezze che portano la società ad allestire una squadra per cercare da subito di centrare la promozione in serie B e portare a Merano la coppa Italia di categoria.
Obiettivo, il secondo, che i ragazzi giallorossi conquistano il 15 gennaio 2022 contro la Febbre Gialla al Palalavis di Lavis (TN) raggiungendo cosi uno degli obiettivi stagionali prefissati dalla società.
In campionato si sta procedendo con il vento in poppa, un cammino che ci vede tutt’ora protagonisti e che ci sta portando verso l’obiettivo finale, la serie B.

 

Obiettivo serie B che viene raggiunto venerdì 14 aprile 2023 a Trento dopo una schiacciante vittoria per 10 reti a 2 su un Cus Trento che nulla può contro chi con determinazione e caparbietà mette fine ad un campionato dominato sempre e mai messo in discussione.

bottom of page